iscrizionenewslettergif
Economia

La mossa di Draghi: licenza bancaria ai fondi salva-Stati

Di Redazione26 luglio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il governatore della Bce Mario Draghi

Il governatore della Bce Mario Draghi

FRANCOFORTE, Germania — La Bce sta preparando una licenza bancaria per i cosiddetti fondi salva-Stati. Sarebbe questa la mossa che Mario Draghi starebbe preparando per far fronte alla crisi finanziaria che sta mettendo in gravissima difficoltà l’Europa.

La licenza consentirebbe all’Efsf e al futuro Esm, che partirà a settembre dopo il via libera della Corte costituzionale tedesca, di ottenere finanziamenti da parte della Bce.

L’obiettivo è quello di aumentare ben oltre i 400 miliardi di euro la dotazione patrimoniale e la potenza di fuoco dei fondi stessi.

Ciò consentirebbe a Draghi di evitare di impegnare direttamente la Bce nei confronti delle banche, cosa vietata dalla statuto e aborrita dalla Germania. In seconda battuta consentirebbe ai paesi più deboli, fra i quali l’Italia, di essere meno esposti alle turbolenze finanziarie, a un nuovo peggioramento delle quotazioni dei titoli di Stato e da questi un immediato deprezzamento delle quotazioni delle banche.

Spread ai massimi. Moody’s declassa il fondo salva-Stati

Ancora una giornata difficile in Borsa MILANO -- E' stata una giornata decisamente difficile per la Borsa italiana. Piazza Affari chiude ...

L’Eurogruppo promette: compreremo bond dei paesi in crisi

La Banca centrale europea FRANCOFORTE, Germania -- Sarà una settimana decisamente importante per la sopravvivenza dell'Euro. Dopo le turbolenze ...