iscrizionenewslettergif
Università

Tfa: un’ammissione tra svarioni e errori

Di Redazione25 luglio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Tfa

Tfa

Il Tfa prosegue tra svarioni a non finire nella prova di ammissione per la classe di materie letterarie e latino nei licei.

Incredibile pensare che i futuri insegnanti di lettere e latino nei licei possano essere valutati attraverso test a scelta multipla, per di più carichi di errori davvero imperdonabili.

Si parte dal quesito n. 5che interroga gli aspiranti docenti su “Che cosa si intende, in un testo letterario, per variante?”. I candidati si trovano di fronte a 4 risposte, tutte e 4 errate. Il ministero nella correzione dei compiti segnala che la definizione esatta era la prima: “Ogni soluzione espressiva, attestata dai codici, discordante dal testo definitivo licenziato dall’autore». Già l’espressione “attestata dai codici” è imbarazzante se pensiamo che i testi letterari appartengono alle più diverse epoche (Manzoni, Vittorini, Foscolo, Meneghello, Berto) e resta il dubbio sulle ragioni per cui per ‘varianti’ non si intendano anche le varianti d’autore.

Si prosegue col quesito n. 15 in cui si chiedeva di identificare l’autore di un’opera intitolata ‘Qualcosa era accaduto’. Gli autori proposti, Buzzati, Pirandello, Brancati e Malerba. L’errore stavolta non è nella risposta visto che l’autore è Buzzati, ma nella domanda perchè il titolo dell’opera non è ‘Qualcosa era accaduto’, ma ‘Qualcosa era successo’.

Tfa: esordio tra polemiche e minacce di ricorso

Ministero Pubblica Istruzione Abbondano già le polemiche su siti e blog a proposito dei Tfa. I Tfa sono ...

Biblioteche: ecco come cambieranno gli orari

Sede di S.Agostino L'apertura delle biblioteche nel periodo estivo subirà importanti variazioni. La Biblioteca delle facoltà umanistiche e Biblioteca ...