iscrizionenewslettergif
Esteri

Siria choc: se attaccati useremo armi chimiche

Di Redazione24 luglio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il regime di Assad minaccia l'uso di armi chimiche

Il regime di Assad minaccia l’uso di armi chimiche

DAMASCO, Siria — “Se paesi stranieri ci attaccheranno useremo armi chimiche contro di loro”. Lo ha detto portavoce del ministero degli esteri siriano Jihad Maqdisi rispondendo a chi – come Israele, Stati Uniti e Francia – teme che gli arsenali proibiti possano cadere in mani sbagliate.

“Queste armi non saranno usate all’interno del Paese contro civili innocenti”, ha aggiunto. “Ma se attaccati le useremo. I depositi sono ancora sotto controllo dell’esercito”. L’ammissione indiretta di possedere armi di distruzione di massa arriva mentre ad Aleppo e Damasco infuriano i combattimenti fra lealisti e ribelli, e ondate di profughi sono in fuga dalle zone colpite.

La risposta dell’Occidente non si è fatta attendere, almeno a parole. Il presidente Usa Barack Obama ha detto che “la Siria sarà ritenuta responsabile per le armi chimiche, il cui uso sarebbe un tragico errore”. “Una minaccia inaccettabile”, ha aggiunto il ministro britannico William Hague. “Mostruosa”, ha rincarato il suo collega tedesco Guido Westerwelle. Mentre secondo il Pentagono il regime siriano “non dovrebbe pensare neanche un secondo di fare uso” di quelle armi.

Fukushima, taroccavano gli strumenti: radiazioni sottovalutate

La centrale atomica di Fukushima FUKUSHIMA, Giappone -- "Non si rendevano conto che le misure predisposte per evitare il peggio ...

Siria, il timore di Israele: armi chimiche in mano agli hezbollah

Gli impianti e i depositi di armi chimiche in Siria GERUSALEMME, Israele -- Se le armi chimiche della Siria finiranno in mano agli Hezbollah, Israele ...