iscrizionenewslettergif
Bergamo

Processo Ros: assolto l’ex pm Mario Conte

Di Redazione19 luglio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il tribunale assolve Mario Conte

Il tribunale assolve Mario Conte

BERGAMO — Quindici anni di calvario giudiziario finiti con un’assoluzione. Il tribunale di Milano ha assolto Mario Conte, attualmente giudice civile a Bergamo, dall’accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti nell’ambito dell’inchiesta che ha portato alla condanna a 14 anni di reclusione dell’ex comandante del Ros, Giampaolo Ganzer.

Conte, visibilmente emozionato, alla lettura della sentenza ha commentato: “Posso dire che esiste un giudice a Milano. Quindici anni sono stati molto duri, ma ho rinunciato alla prescrizione per difendermi nel processo, come uomo e come magistrato. Le carte del processo hanno parlato”.

All’epoca dei fatti, Conte era pubblico ministero a Bergamo e titolare di alcune inchieste sui maxi sequestri di droga eseguiti dai carabinieri. La sua posizione era stata stralciata dal processo Ganzer per motivi di salute.

La Procura gli aveva contestato sei operazioni di droga sotto copertura sospette e aveva chiesto la condanna a 8 anni di carcere. Dopo 85 udienze dibattimentali Conte è stato assolto con formula piena da tutti i capi d’imputazione.

Moro rinuncia allo stipendio. Ma spuntano nuove contestazioni

Marcello Moro BERGAMO -- Mentre all'orizzonte si profilano nuovi guai, dovuti all'assunzione di una assistente del suo ...

Ubi banca taglia 1500 dipendenti e chiude 44 filiali

La Banca popolare di Bergamo, gruppo Ubi BERGAMO -- Dopo Unicredit, Intesa e Monte dei Paschi, anche Ubi si prepara a una ...