iscrizionenewslettergif
open-day-02jpg
Bassa

Rapinavano studenti con cocci di vetro: arrestati due extracomunitari

Di Redazione17 luglio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La polizia in azione

La polizia in azione

TREVIGLIO — Terrorizzavano i loro coetanei, minacciandoli con cocci di bottiglia alla fermata dell’autobus e facendosi consegnare soldi e cellulari. Due ragazzini, oggi maggiorenni sono stati arrestati dalla polizia.

Si tratta di un marocchino e un albanese che, secondo le indagini, sarebbero responsabili di una ventina di rapine ai danni degli studenti dell’istituto agrario Cantoni di Treviglio, nella Bassa bergamasca.

Contro i due, il giudice per le indagini preliminari di Bergamo ha spiccato un ordine di carcerazione. I due extracomunitari aspettavano gli studenti alla
fermata dell’autobus e li minacciavano, adoperando come armi anche con cocci di bottiglia, per farsi consegnare i soldi che avevano nel portafogli e, in un caso, pure un cellulare.

Una ventina i colpi messi a segno dal 2010. Ma la polizia non esclude che qualche episodio non sia stato denunciato dagli studenti per paura di ritorsioni. I due sono agli arresti domiciliari.

Urgnano, arriva la mostra dedicata a Micheal Jackson

Michael Jackson URGNANO-- Appuntamento in Bergamasca da non perdere per gli appassionati del compianto Micheal Jackson. Sabato ...

La Provincia dice “no” al composter di Telgate

La Provincia di Bergamo TELGATE -- De profundis sul progetto di un nuovo impianto di compostaggio a Telgate. La ...