iscrizionenewslettergif
Politica

Berlusconi cambia il nome del Pdl: torna Forza Italia

Di Redazione16 luglio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi

MILANO — Ritorno a Forza Italia. Che il nome Pdl non sia mai piaciuto a Silvio Berlusconi è cosa nota. Ma il Cavaliere ora pare intenzionato a ripescare il primo amore, politico s’intende, e rispolverare Forza Italia. Sempre che non sia una boutade delle solite.

Il tentativo, più che palese, è quello di cancellare gli anni di governo dell’ultimo periodo berlusconiano per cercare di recuperare gli entusiasmi di un tempo che fu: operazione assai ardua nella situazione attuale. Difficile che gli italiani dimentichino di essere molto più poveri, anche se la macchina colossale del consenso televisivo tenterà loro il lavaggio del cervello.

Il cambio è stato annunciato dall’ex premier stesso in una intervista alla Bild che uscirà oggi, secondo alcune anticipazioni. Nell’intervista a tutto campo, sulla politica estera Berlusconi ha detto che si augura “una Germania più europea e non un’Europa più tedesca” peraltro echeggiando frasi già pronunciate in passato dai leader europei. “Al momento si avverte una certa supremazia tedesca in Europa. E proprio per questo – ha aggiunto – noi auspichiamo da Berlino una politica europea lungimirante, solidale e aperta”.

Sui conti dell’Italia, Berlusconi ha sfoderato tutte le sue doti da venditore: “Se noi abbiamo di nuovo sotto controllo il nostro bilancio statale è in gran parte grazie al mio governo” ha detto, aggiungendo di essere stato il primo leader occidentale ad aver riconosciuto il pericolo della crisi e ad aver introdotto le riforme. Peccato che gran parte degli italiani non se ne siano accorti.

Berlusconi poi si considera una vittima della giustizia nell’affaire del cosiddetto “Bunga Bunga”. Per l’ex premier si è trattato di una “campagna di diffamazione da parte della magistratura, che in parte e’ di sinistra”. Le ragazze coinvolte sono accusate di prostituzione “anche se hanno solo ballato, come in tutte le discoteche del mondo”. “Tutte le accuse si dissolveranno nel nulla, come negli altri processi, che sono stati fatti contro di me. Erano più di 50 o io ho pagato più di 428 milioni di euro per avvocati e consulenze giuridiche”.

Grillo provoca: e noi declassiamo gli Usa

Beppe Grillo GENOVA -- "E noi declassiamo gli Stati Uniti". E' la provocazione lanciata dal leader del ...

Pacì Paciana, l’Udc: il sindaco Tentorio intervenga

I giovani Udc al gazebo BERGAMO -- "Non è più il tempo di promesse, ma invitiamo l'amministrazione comunale ad agire". ...