iscrizionenewslettergif
Economia

Clima politico belligerante, Moody’s taglia il rating dell’Italia

Di Redazione13 luglio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Gli uffici di Moody's

Gli uffici di Moody’s

NEW YORK, Usa — Che i litigi e le divisioni della classe politica italiana siano dannose per il paese è cosa nota. Ma quando a metterlo nero su bianco, con tutto quello che ne consegue, è l’agenzia di rating internazionale Moody’s allora dalla parti di Montecitorio dovrebbero farci un pensierino, prima che il paese imbracci il forcone.

Si dice sia in atto una guerra, economica e sotterranea, fra gli investitori internazionali e l’Europa, l’Italia in particolare, per mangiarsi i gioielli di casa nostra a buon mercato. Possibile. Certo è che Moody’s nelle scorse ore ha lanciato un’altra tegola sul Belpaese tagliando di ben due scalini il rating dei titoli di Stato, portandolo da A3 a Baa2 e mantenendo un outlook negativo.

La notizia è arrivata mentre il premier Mario Monti atterrava in Idaho, Stati Uniti, per recarsi alla Allen Conference di Sun Valley, dove è riunito il gotha della finanza e del mondo dei media made in Usa. Lì Monti avrà il compito di convincere gli investitori, attraverso interviste, ad investire in Italia.

Intanto l’agenzia di rating ci declassa ancora. E punta il dito sul “deterioramento delle prospettive economiche nel breve termine”, nonostante le misure e le riforme decise dal governo Monti. E soprattutto sul “clima politico che, con l’avvicinarsi del voto della prossima primavera è fonte di un aumento dei rischi”. Come dire: di Monti ci fidiamo, degli altri no.

L’outlook di Moody’s è negativo: il nostro Paese resta sotto stretta osservazione perchè “i rischi che gravano sull’attuazione delle riforme restano considerevoli”. Il peggioramento dell’economia, poi, col Paese in recessione, “aumenta il peso dell’austerity e delle riforme sulla popolazione italiana”. Questo porta le forze politiche a frenare, in qualche modo, l’azione del governo.

Inps: i conti non tornano. Con l’Inpdap disavanzo da 6 miliardi

Inps ROMA -- I numeri dicono che la situazione è grave. Tanto da costringere il presidente ...

Merkel: soldi dal fondo salva-Stati solo con controlli

Angela Merkel BERLINO, Germania -- Come nella migliore tradizione teutonica, il cancelliere tedesco Angela Merkel ha detto ...