iscrizionenewslettergif
Politica

La Legge elettorale accelera. Grillo: hanno paura di noi

Di Redazione11 luglio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Beppe Grillo

Beppe Grillo

ROMA — Dieci giorni. E’ il lasso di tempo che la conferenza dei capigruppo in Senato ha concesso alla Commissione Affari Costituzionali di Palazzo Madama per mettere a punto il possibile testo di una nuova legge elettorale da presentare poi all’Aula.

Quello che non è stato fatto per anni ora andrà fatto in meno di due settimane. Una fretta sospetta per Beppe Grillo che teme il trappolone da parte dei vecchi partiti dal momento che, con l’attuale premio di maggioranza, il Movimento 5 stelle potrebbe risultare il partito con più eletti in assoluto in caso si andasse ad elezioni nel breve periodo.

“Nessun partito e nessuna istituzione vuole il Movimento 5 stelle fra le scatole. Il boom dei cittadini offende orecchie disabituate al cambiamento. L’attuale fregola per modificare la legge elettorale deriva dalla paura di mollare le poltrone, e forse anche il governo”, scrive Beppe Grillo sul suo blog, in un post accompagnato dalla scritta: Movimento 5 Stelle contro tutti.

“Con il Porcellum, del quale per tutta una legislatura non é fregato nulla a nessuno, il Movimento 5 stelle potrebbe ottenere il premio di maggioranza. Per i partiti sarebbe notte. Pece nera”. Perciò i partiti, sottolinea Grillo, potrebbero cambiare la legge elettorale.

Bossi spariglia le carte: sono ancora io il capo della Lega

Umberto Bossi ROMA --  Dopo il passaggio alla cosiddetta Lega 2.0 di Roberto Maroni, ecco rispuntare Umberto ...

Di Pietro smentisce l’attacco di ischemia: colpo di sole

Antonio Di Pietro OLBIA -- "Tutto passato, è stato solo un colpo di sole". Così Antonio Di Pietro ...