iscrizionenewslettergif
Provincia

Taglia alla sanità: medici sul piede di guerra

Di Redazione10 luglio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Previsti forti tagli anche per la sanità

Previsti forti tagli anche per la sanità

BERGAMO — “Le ultime notizie governative confermano i tagli del 20 per cento sul numero dei dirigenti della Pubblica Amministrazione e del 10 per cento del resto del personale. Se questi tagli saranno applicati anche in Sanità (senza quindi distinguere la Sanità Pubblica dal resto della P.A.) ed in maniera lineare si perderà il 20 per cento dei medici pubblici ed in molti ospedali si creerebbe una grave carenza di personale sanitario”. Lo sostiene l’Unione Medici Italiani (Umi).

Secondo l’Umi “si avranno situazioni diverse nelle varie Regioni, ma nelle Regioni, come la Lombardia, dove si è da anni proceduto ad un taglio degli organici la situazione diventerebbe ingestibile e si andrebbe alla chiusura di molti presidi ospedalieri. Anche negli ospedali più grandi, come Brescia, sarà inevitabile il taglio di letti (indipendentemente dal calo dal 4 al 3,7 per mille) e di molte attività di degenza ed ambulatoriali”.

“Il risultato è una riduzione dell’assistenza ospedaliera pubblica con l’ennesima manovra lineare del tutto simile a quelle varate negli anni passati a livello nazionale ed anche questa volta senza considerare i tagli già operati a livello regionale solo da alcune Regioni che ora rischiano di far pagare caro ai cittadini e ai medici il loro virtuosismo”.

“Nessun taglio pare sia previsto per la spedalità privata. I tagli alla politica sono poco significativi (Provincia a parte il cui destino resta da verificare) e poco nulla viene fatto per arginare la devastante corruzione che regna nella P.A. ed é la causa principale dell’eccesso di spesa.
Al contrario anche il settore sociale e socio-sanitario è penalizzato, e queste penalizzazioni si aggiungono ad una situazione regionale lombarda in profonda difficoltà per il mancato riconoscimento per esempio del ruolo alternativo ai servizi ospedalieri (e non solo) delle RSA” conclude l’Umi.

Villeggiante si perde nei boschi: salvato dal soccorso alpino

Villeggiante si perde nei boschi di Selvino SELVINO -- E' stato ritrovato sano e salvo e in buone condizioni di salute il ...

Farmacie: sciopero contro la spending review il 26 luglio

Sciopero dei farmacisti il 26 luglio BERGAMO -- Il 26 luglio prossimo la maggioranza delle farmacie di tutta Italia resteranno chiuso ...