iscrizionenewslettergif
Esteri

Obama: stop agevolazioni ai ricchi come me. Sì alla “Buffet rule”

Di Redazione10 luglio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Barack Obama

Barack Obama

WASHINGTON, Usa — “E’ il momento che le agevolazioni fiscali per i più ricchi, anche per gente come me, finiscano”. Parola del presidente americano, Barack Obama.

L’uomo più potente del mondo le ha pronunciate ieri nel corso di una discorso alla Casa Bianca, chiedendo al Congresso di prorogare gli sgravi dell’era Bush per le famiglie con un reddito sotto i 250mila dollari.

“La priorità è ricostruire l’economia americana, rimettere la gente al lavoro e ridare sicurezza alle famiglie della middle class e ai piccoli imprenditori colpiti duramente dalla crisi” ha aggiunto il presidente. “Per questo il Congresso deve agire ora e prorogare di un anno gli sgravi che furono varati durante la presidenza di George W. Bush, perchè se non lo facesse molte famiglie perderebbero ulteriormente molti dei loro risparmi”.

“Dopo le elezioni e dopo che gli elettori si saranno espressi si potra’ avviare il dibattito su come cambiare l’intero sistema fiscale americano. Ma adesso non si puo’ tenere l’America ostaggio del dibattito politico”.

Obama ha sottolineato come i repubblicani abbiano una visione completamente diversa sul futuro dell’America, anche sul fronte fiscale, volendo mantenere le agevolazioni per i più ricchi. “Ma questo non crea posti di lavoro”, ha affermato. Il presidente americano sostiene la cosiddetta “Buffet Rule” che prevede di tassare del 30 per cento i super-ricchi che guadagnano oltre un milione di dollari l’anno.

La Siria mostra i muscoli: esercitazioni nel Mediterraneo

Lancio di missili delle forze siriane DAMASCO, Siria -- Nonostante la pressione dell'Europa e degli Stati Uniti, nonostante le minacce della ...

Uccide il marito e lo fa a pezzi: non si lavava da mesi

La polizia russa MOSCA, Russia -- Ha ucciso il marito, reo a suo dire di non lavarsi mai, ...