iscrizionenewslettergif
Bassa

Autostrada Bergamo-Treviglio: avanti tutta nonostante le proteste

Di Redazione6 luglio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Treviglio

Treviglio

BERGAMO — Costerà quanto meno 288 milioni e non è escluso che nell’opera non vengano investiti persino soldi pubblici. Nonostante le 10mila firme contrarie presentate dal comitato “Cambiamola” e le rimostranze di diversi sindaci, l’iter per l’autostrada Bergamo-Treviglio prosegue spedito, più che mai.

Ieri in Regione a Milano, i sindaci dei comuni potenzialmente interessati all’infrastruttura hanno incontrato l’assessore regionale alle infrastrutture Raffaele Cattaneo. Secondo quanto riferito da Cattaneo, la maggioranza dei sindaci si sarebbe espressa di nuovo favorevolmente alla realizzazione dell’infrastruttura e “quindi si procede”.

Solo che dai 252 milioni preventivati nel progetto preliminare, con le modifiche richieste dai sindaci si passa a 288. L’ipotesi che sia solo il privato a metterci i soldi, per poi recuperare con i ricavi dei pedaggi, a questo punto è completamente svanita.

All’appello mancano 36 milioni, mica bruscolini. E così il solerte assessore ha avanzato l’ipotesi che sia il pubblico a finanziare parte dell’opera. “Al momento non possiamo escludere che anche il pubblico dovrà dare un contributo” ha detto Cattaneo, anche se spera in una gara al ribasso per l’assegnazione dei lavori.

Sarebbe una vera beffa per il comitato “Cambiamola”, che da sempre si batte contro l’opera giudicata inutile e troppo costosa. E dire che la scorse settimana i movimenti della società civile hanno presentatato articolate proposte alternative alla Provincia. Ipotesi decisamente meno costose e invasive dell’autostrada, come il potenziamento della viabilità già esistente. Niente da fare: pare che in via Tasso da quest’orecchio non ci sentano.

Autostrade Bergamasche spa – i cui azionisti sono la Provincia di Bergamo (azionista di maggioranza), le banche Intesa San Paolo, Ubi Banca, Credito Bergamasco, Bcc Treviglio, Autostrade Lombarde spa, Camera di Commercio di Bergamo, mentre uno 0,25 per cento è appannaggio dei Comuni interessati dall’opera – tira dritto. Il Pd ha fatto sapere che preferirebbe un’opera più piccola, una tangenziale. Nel frattempo la Coldiretti ha lanciato l’allarme per il territorio agricolo che andrà perduto con la futura autostrada: 1,4 milioni di metri quadrati, sottolinea Legambiente.

Ora, la domanda a cui cercheremo di dare risposta nelle prossime settimane è: chi ci guadagna e chi ci perde con la realizzazione della Bergamo-Treviglio?

Trovano una biscia in cucina: panico a Mornico

Una biscia d'acqua MORNICO AL SERIO -- Quando l'hanno vista non credevano ai loro occhi. Sulla sedia della ...

Coldiretti: le autostrade tolgono il pane ai bergamaschi

Un tratto autostradale TREVIGLIO -- Sono oltre 250 milioni (per la precisione 257.142.857) i panini che si ...