iscrizionenewslettergif
Bergamo

Pensioni, stop ai pagamenti in contanti

Di Redazione2 luglio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Da oggi l'Inps non paga più in contanti

Da oggi l’Inps non paga più in contanti

BERGAMO — Entra in vigore da oggi la norma del decreto salva Italia sulla tracciabilità dei pagamenti. Da oggi stop ai pagamenti in contanti se l’importo supera i 1.000 euro per le pensioni.

Come noto, i pensionato sono obbligati ad aprire un conto corrente bancario sul quale poter accreditare gli assegni superiori alla soglia massima del cash consentito, appunto 1.000 euro.

Per chi non si è messo in regola, da oggi scatta una fase transitoria. Per tre mesi l’Inps continuerà a disporre i pagamenti mensili, in attesa che il pensionato effettui la scelta delle modalità alternative alla riscossione in contanti.

Intanto, Poste italiane e banche verseranno le somme in un conto di servizio transitorio, per trasferirle poi, senza oneri per il beneficiario, sul conto corrente o libretto aperto dal pensionato.

In caso contrario, le somme accantonate saranno restituite all’Inps una volta decorso il termine del 30 settembre 2012. In ogni caso, l’Inps assicurerà il pagamento delle somme spettanti nel momento in cui gli interessati provvederanno all’apertura di un conto corrente o libretto.

Aggredisce e rapina 92enne: arrestato tossicomane

La polizia BERGAMO -- I poliziotti della squadra mobile di Bergamo hanno arrestato il trentunenne tossicomane che ...

Aggredisce e palpeggia ragazza: arrestato senegalese

Un'auto della polizia MILANO -- Un senegalese residente a Bergamo è stato arrestato dalla polizia dopo aver aggredito ...