iscrizionenewslettergif
Bassa

Truffa ai concessionari: sgominata banda delle auto di lusso

Di Redazione28 giugno 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Una Porsche Cayenne

Una Porsche Cayenne

ROMANO DI LOMBARDIA — Nel deposito di Romano di Lombardia avevano il meglio delle auto attualmente in produzione: Audi, Bmw, Porsche e Mercedes. Solo che erano state ottenute attraverso una truffa. La polizia stradale di Firenze ha sgominato un’organizzazione composta da 5 persone, tutte residenti in provincia di Bergamo.

Secondo le indagini, la banda avrebbe messo a segno decine di truffe ai danni di venditori d’auto e ne avrebbe tentate un altro centinaio. I cinque sotto falso nome visitavano i concessionari, compravano auto di lusso, pagandole con assegni circolari falsi, copie di analoghi titoli rubati in bianco. Poi le spedivano all’estero.

La base dell’organizzazione era a Romano di Lombardia. A capo del gruppo, che operava in tutto il Nord arrivando fino in Toscana, c’erano una donna di 33 anni e il marito di 37, entrambi di Cortenuova. I due sono stati arrestati. Con loro altri tre uomini, di 50, 52 e 47 anni per i quali non è stato ancora emesso alcun procedimento restrittivo.

Le auto venivano raccolte in un deposito di Romano di Lombardia e poi spedite all’estero attraverso corriere. Gli investigatori hanno recuperato nel garage vetture per 300mila euro.

Bergamo-Treviglio: i costi crescono ma l’autostrada non c’è

Il tracciato dell'autostrada Bergamo-Treviglio BERGAMO -- Non ne hanno costruito ancora un centimetro (e nella speranza dei diecimila firmatari ...

Protetto: Panda Nera: assolto l’ex comandante dei carabinieri di Treviglio

Il Tribunale BRESCIA -- Assolto perché il fatto non sussiste. L'ex comandante dei carabinieri di Treviglio, M.P, ...