iscrizionenewslettergif
bergamosvil1png
Mamme e Bimbi

Procreazione assistita: ecco il nuovo screening genetico

Di Redazione22 giugno 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Fecondazione assistita

Fecondazione assistita

Un nuovo test per ridurre al minimo il rischio di aborto spontaneo in caso di procreazione assistita. Questo l’obiettivo che si pone il Centro per la medicina della riproduzione ProCrea di Lugano.

A fronte di un costante aumento dell’età delle donne che affrontano un percorso di procreazione medico assistita, ProCrea propone lo screening genetico con analisi del globulo polare che permette di individuare l’ovocita migliore e così aumentare i livelli di successo.

“Una causa riconosciuta di infertilità è la produzione di embrioni con anomalie a livello del numero di cromosomi – spiega Giuditta Filippini, direttrice del laboratorio di genetica di ProCrea – È questo un fenomeno che si riscontra principalmente nelle donne in età riproduttiva avanzata. Controllare gli ovociti, prima di procedere ad un impianto, permette di ridurre i rischi di fallimento e aumentare le percentuali di maternità.

Mortalità materna più alta in Italia che in Europa

Neonato In Italia la mortalità materna per parto è più alta rispetto alla media dell'Europa Occidentale. Infatti, ...

Mamme e figli: ecco la app dedicata a loro

App per mamme e figli Gli impegni delle mamme si modulano su quelli dei figli. In quest'ottica è nato ed ...