iscrizionenewslettergif
Isola

Yara, il magistrato ordina nuove indagini sulle tracce biologiche

Di Redazione21 giugno 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'anatomopatologa Cristina Cattaneo nel campo di Chignolo d'Isola

L'anatomopatologa Cristina Cattaneo nel campo di Chignolo d'Isola

BERGAMO — Il pubblico ministero di Bergamo Letizia Ruggeri, titolare del fascicolo sull’omicidio di Yara Gambirasio, ha disposto nuove indagini su alcune tracce biologiche trovate sul corpo della ragazzina scomparsa il 26 novembre 2010 a Brembate Sopra e ritrovata morta tre mesi dopo in un campo a Chignolo d’Isola.

Secondo quanto rivela l’agenzia di stampa Adnkronos, le nuova analisi riguardano tracce biologiche già individuate fin dalle fasi dell’autopsia, ma finora non vagliate dagli investigatori.

Si tratterebbe di tracce “secondarie”, che per la mole di lavoro degli esperti del Ris e della polizia scientifica non sono state ancora analizzate nei laboratori, ma che secondo quanto evidenziato dal genetista Giorgio Portera, consulente della famiglia Gambirasio, potrebbero rivelarsi utili per individuare l’assassino.

Ieri, alla trasmissione “Chi l’ha visto”, porterà ha parlato anche delle tracce di polvere bianca da cantiere trovate sui leggings della ragazzina e di fibre di filo rosso che potrebbero fornire dettagli importanti.

Yara, la famiglia chiede nuove indagini sulla polvere

Il ritrovamento del corpo di Yara Gambirasio BERGAMO -- Un appello disperato e del tutto inatteso. La famiglia di Yara Gambirasio rompe ...

Yara, chiesti altri sei mesi di indagini

L'anatomopatologa Cristina Cattaneo sul luogo del ritrovamento di Yara BERGAMO -- Il pubblico ministero Letizia Ruggeri ha chiesto una ulteriore proroga di 6 mesi ...