iscrizionenewslettergif
Politica

Intesa Pdl-Lega: salta il taglio dei parlamentari

Di Redazione21 giugno 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il senatore della Lega Roberto Calderoli

Il senatore della Lega Roberto Calderoli

ROMA — Grazie a una rediviva intesa fra Pdl e Lega è stato accantonato il taglio del numero dei deputati.

E’ stata infatti la Lega, con l’ok degli uomini di Berlusconi, a proporre di affrontare prima le modifiche del Senato e dunque anche gli emendamenti con cui il Carroccio chiede il Senato federale.

L’accantonamento dell’articolo 1 del ddl di riforma costituzionale “non può essere interpretato come un abbandono della riduzione del numero dei parlamentari, si tratta di un accantonamento tecnico e non di merito”, ha precisato il presidente del Senato Renato Schifani in aula.

L’articolo 1, sul taglio dei deputati verrà dunque discusso più avanti. Beato chi si fida. Tuttavia pare che la vecchia maggioranza Pdl-Lega intenda portare avanti prima il Senato federale e poi sostenere un emendamento per introdurre il semipresidenzialismo.

E poi si stupiscono che Grillo guadagna voti.

Berlusconi: torniamo alla lira. Poi precisa: provocazione

Silvio Berlusconi ROMA -- Il lupo perde il pelo ma non il vizio. Nonostante l'assenza dal governo ...

Lusi si costituisce a Rebibbia: ora avrò molto da dire

Luigi Lusi ROMA -- Centocinquantacinque lucine verdi si accendono sul tabellone di Palazzo Madama e per il ...