iscrizionenewslettergif
Esteri

Tolosa, blitz delle teste di cuoio: catturato il sequestratore

Di Redazione20 giugno 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Le forze speciali francesi

Le forze speciali francesi

Updated TOLOSA, Francia — E’ finito con un assalto da parte delle teste di cuoio il sequestro che uno psicopatico di 26 anni ha tentato quest’oggi in una banca di Tolosa. L’uomo è stato ferito e catturato dalla polizia. Indenni gli ostaggi.

E’ stata una giornata di apprensione nella cittadina francese per quello che sembrava un nuovo episodio forse legato all’estremismo islamico, ma che alla fine si è rivelata l’azione isolata di uno squilibrato. L’uomo, che affermava di essere un militante di Al Qaeda, ha preso in ostaggio quattro persone in un banca. Poi ha chiesto di negoziare il rilascio con le unità speciali che uccisero Mohamed Merah, il franco-algerino autore della strage alla scuola ebraica della stessa città. “Il terrorista dice di non volere soldi, ma di agire per convinzione religiosa” ha affermato in una conferenza stampa il procuratore do Tolosa, Michel Valet.

Il sequestro è cominciato a metà mattinata nella filiale della banca Cic di avenue Camille Pujol. Si tratta del quartiere dove abitava ed è entrato in azione Merah. Stando a quanto si è appreso, il sequestratore questa mattina è entrato nella banca e ha chiesto la consegna di una somma di denaro. Di fronte al rifiuto del cassiere, ha estratto una pistola e sparato in aria. Poi ha preso in ostaggio 4 persone, fra cui anche il direttore della filiale e ha chiesto di parlare con un negoziatore della polizia. Nel pomeriggio ha rilasciato due persone.

La polizia francese in un primo tempo non aveva escluso che si trattasse di una rapina finita male. E di certo non c’erano conferme che l’uomo appartenesse ad Al Qaeda, nonostante le sue dichiarazioni.

Per tutta la giornata, la banca è stata circondata dalle forze di sicurezza. Una vicina scuola è stata fatta evacuare durante gli esami. I negoziatori hanno rintracciato la sorella dell’uomo e l’hanno fatta parlare con lui nel tentativo di convincerlo ad uscire e rilasciare gli ostaggi. Alla fine le forze speciali hanno fatto irruzione ferendo l’uomo e portando a termine nel modo migliore la vicenda.

Egitto: vivo o morto? Giallo sulla sorte di Mubarak

Hosni Mubarak IL CAIRO, Egitto -- E' morto o ancora vivo, per quanto in coma? E' giallo ...

Gli esperti: attacco all’Iran possibile al 30 per cento nel 2012

La portaerei americana Lincoln in navigazione nel Golfo Persico WASHINGTON, Usa -- "C'è una probabilità del 30 per cento che durante quest'anno scoppi una ...