iscrizionenewslettergif
Bassa

Rischiano di annegare nell’Adda: marocchini salvati dai soccorsi

Di Redazione19 giugno 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I sommozzatori di Treviglio in azione

I sommozzatori di Treviglio in azione

FARA GERA D’ADDA — Alla fine si è risolto tutto con un grande spavento. Ma quella brutta avventura non se la dimenticheranno per un po’ i due ragazzi marocchini sui vent’anni che domenica pomeriggio hanno rischiato di annegare nell’Adda.

Nella zona in cui si sono tuffati vige il divieto di balneazione. Tuttavia, erano circa le 16.30 quando i due, per divertimento, hanno raggiunto il centro del fiume, ma a quel punto la corrente era troppo forte per poter tornare indietro. Così hanno cominciato a gridare aiuto. Un battello di passaggio ha sentito le urla e dato l’allarme.

Dall’imbarcazione sono stati lanciati dei salvagenti. Uno dei due marocchini è riuscito a risalire sul battello. Per trarre in salvo il secondo sono dovuti intervenire i sommozzatori di Treviglio che vigilano sulla zona nel fine settimana e hanno costantemente a disposizione un gommone. Un sub è sceso in acqua e ha afferrato il malcapitato portandolo sul canotto.

Alla fine i due sono stati portati a riva. Per loro non è stato necessario il ricovero in Ospedale.

Incendio in mansarda: proprietaria salvata dalla colf

Un mezzo dei pompieri PONTIROLO NUOVO -- Deve la vita alla sua colf che è riuscita a trarla in ...

Assaltò Agenzia entrate: Martinelli agli arresti domiciliari

Luigi Martinelli ROMANO DI LOMBARDIA -- Luigi Martinelli è tornato a casa. L’imprenditore di 55 anni, balzato ...