iscrizionenewslettergif
Mamme e Bimbi

Gravidanza: obiettore oltre il 90% dei medici

Di Redazione18 giugno 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ginecologia e ostetricia

Ginecologia e ostetricia

Oltre il 90 per cento degli specialisti in ostetricia e ginecologia è obiettore di coscienza, e, di conseguenza, non esegue interruzioni volontarie di gravidanza (ivg).

Il dato emerge dalla Laiga (Libera Associazione Italiana dei Ginecologi per l’Applicazione della legge 194) presso l’ordine dei Medici di Roma. Mirella Parachini, ginecologa membro di Laiga commenta: “Se agli aborti del primo trimestre si può far fronte ricorrendo a medici convenzionati esterni o gettonati, che sono circa l’11%, così non è per gli aborti terapeutici, sui quali quel 91,3% pesa come piombo. Con il ricorso a medici convenzionati e ‘a gettone’, l’obiezione scende all’84%, ma si tratta di un dato comunque più grave dell’80,2% riferito dal ministero della Salute, che non considera che una parte dei ginecologi non obiettori (4%) in realtà non esegue ivg”.

“Lo stato di attuazione della legge 194 nel Lazio è emblematico della situazione di gran parte delle regioni – conclude la ginecologa – ed è più grave di quanto riportato dal ministro della Salute. Molti dei medici non obiettori sono alla soglia della pensione e non verranno rimpiazzati, per la mancanza di formazione professionale”.

In Italia un bimbo su 3 è obeso

Obesità Un bambino su tre in Italia è obeso, con punte regionali del 49 per cento ...

Bambini: tutti i consigli contro il caldo

Bambini e caldo Il grande caldo di questi giorni è pericoloso, anche e soprattutto per i bambini. Di ...