iscrizionenewslettergif
Valbrembana

Mountain Wilderness propone un parco tutelato a Roncobello

Di Redazione15 giugno 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Roncobello

Roncobello

RONCOBELLO — Una due giorni per parlare di ambiente e montagna. Sabato 23 e domenica 24 giugno, l’associazione Mountain Wilderness organizza una serie di incontri a Roncobello, in Valbrembana, per la seconda edizione del Festival delle Alpi di Lombardia.

“Mountain Wilderness Italia, consapevole della situazione di grave recessione in cui ci troviamo, si rende protagonista lanciando un appello affinché nell’arco alpino venga attuato un necessario cambiamento, vista la mancanza di una politica comune di valorizzazione attiva della montagna anche in termini occupazionali che incentivi la produzione agricola locale, la solidarietà e la cooperazione tra i comuni di montagna ” spiega il presidente dell’associazione Adriano Licini.

“E’ necessario realizzare lo scambio dei servizi tra i comuni della valle sottraendoli al mercato affarista, valorizzare l’efficienza energetica rinnovabile, promuovere le aree protette come valore aggiunto per la ricchezza delle comunità, incoraggiare un turismo in armonia col territorio che si esprima con le specifiche caratteristiche paesaggistiche ed ambientali, considerando il turista come appartenente alla vita socio-economica e culturale del comune di montagna e portatore di un proprio patrimonio, sia economico che culturale. Questo apporto innovativo del turismo potrà contribuire a migliorare in termini occupazionali e professionali; qui nessuno si deve sentire straniero. Occorre promuovere la mobilità sostenibile e la cultura della pace, guardando avanti nella riscoperta dello spirito collaborativo, solidale e pragmatico della gente di montagna”, continua Licini.

Con questa iniziativa l’associazione propone alla cittadinanza un percorso di democrazia partecipativa rivolta al governo del territorio di montagna, attraverso percorsi di scelte condivise e strumenti di decisioni “dal basso” per la realizzazione di politiche ambientali adeguate.

La finalità di questi incontri è volta alla difesa, alla valorizzazione dell’ambiente di montagna e alla tutela dei Beni Comuni in quanto beni naturali indisponibili alla privatizzazione del mercato speculativo economico-finanziario, beni appartenenti all’umanità ed in custodia temporale in attesa del passaggio alle future generazioni.

“Siamo convinti che una montagna con un sistema economico-sociale diverso da quello attuale è possibile; dalla montagna facciamo partire un segnale forte e convinto di cambiamento. Auspichiamo che da questo incontro possa nascere un rapporto costruttivo di collaborazione, in attuazione dell’Agenda 21, tra cittadini, amministrazione ed associazioni anche nella prospettiva di valutare e progettare un’area protetta virtuosa nel Comune di Roncobello” conclude Licini.

Frana sulla provinciale: circolazione difficile in Valbrembana

Una frana (immagine di repertorio) ZOGNO -- Situazione del traffico decisamente difficile in Valle Brembana dopo la frana che oggi, ...

Ruzzolone di 100 metri: escursionista salvo per miracolo

L'elicottero di soccorso FOPPOLO -- Non è in pericolo di vita, ma quella gita in montagna, finita nella ...