iscrizionenewslettergif
Economia

Monti pronto a vendere parte del patrimonio pubblico

Di Redazione14 giugno 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il premier italiano Mario Monti

Il premier italiano Mario Monti

ROMA — “Stiamo preparando cessioni di quote dell’attivo del settore pubblico e presto seguiranno atti concreti”. Lo ha detto ieri a Berlino il premier italiano Mario Monti secondo il quale, per stimolare la crescita il governo sta pensando a un piano di dismissioni del patrimonio pubblico.

“Abbiamo predisposto veicoli, fondi mobiliari e immobiliari, attraverso i quali convogliare in vista di cessioni, attività del settore pubblico, prevalentemente a livello regionale e comunale”, ha spiegato Monti.

Il piano di dismissioni era stato anticipato dal deputato del Pdl Gregorio Fontana, durante il No-tax day organizzato a Bergamo il 2 giugno scorso. Oggi la conferma della nuova strategia predisposta dall’esecutivo, in cui gli enti locali avranno un ruolo centrale.

“I servizi pubblici locali e le municipalizzate, settori e aziende che al momento hanno sul mercato valutazioni, e opportunità di ritorno economico, sono molto più vantaggiose di quelle delle grandi aziende di cui lo Stato conserva un quota” ha concluso Monti.

LEGGI ANCHE
Fontana (Pdl): per diminuire le tasse lo Stato venda il patrimonio pubblico

Globalizzatori, oppositori e il grande bluff delle banche

L'economista Joseph StiglitzCi sono due libri, tra tanti, molto distanti tra loro, che fanno riflettere su come ...

Spending review: tagli per 30 miliardi ai ministeri

Il premier Mario Monti ROMA -- Primi effetti della spending review. Il governo punta a risparmiare 30 miliardi di ...