iscrizionenewslettergif
Bergamo

Nuovo servizio per gli stomizzati bergamaschi

Di Redazione11 giugno 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Nuovo servizio per gli stomizzati bergamaschi

Nuovo servizio per gli stomizzati bergamaschi

BERGAMO — L’Associazione Bergamasca Stomizzati ha messo in pratica, a soli 8 mesi dalla richiesta dei medici e degli stomaterapisti in un convegno di ottobre 2011, un importante servizio che contribuirà notevolmente a superare i molti problemi di reinserimento nella vita sociale e familiare dei nuovi stomizzati.

La stomia (comunemente chiamata deviazione) è il risultato di un intervento con il quale si crea un’apertura sulla parete addominale per mettere in comunicazione l’apparato intestinale o urinario con l’esterno. L’operazione è effettuata in caso di problemi molto particolari ed incurabili all’intestino.

La fase più delicata dopo un intervento è il ritorno alla vita quotidiana, alla famiglia e al lavoro. In quel momento delicato, ci si sente smarriti e soli. Non sempre le informazioni ricevute in ospedale per la gestione della stomìa e dei sacchetti applicati all’addome vengono comprese bene dal paziente; spesso si chiude in casa per evitare rischi di distacco dei sacchetti.

I medici hanno avanzato all’Associazione la proposta di assistere i neostomizzati affiancandoli con uno stomizzato “storico” che da anni gestisce la propria stomìa ed è tornato ad una vita familiare, lavorativa e sociale pressoché normale.

Compito dello stomizzato “storico” è quello di informare di persona, fin dalla fase pre-chirurgica, di come regolare la propria vita, con l’alimentazione controllata nei primi mesi dopo l’intervento, con l’uso di tecniche per la gestione delle evacuazioni fisiologiche e tanti piccoli accorgimenti pratici.

L’Associazione ha istruito una quindicina di volontari tra stomizzati e loro familiare. Ora sono a disposizione degli ospedali pubblici e privati della provincia di Bergamo. Il riferimento tecnico, per la prima fase iniziale di rodaggio, è ai reparti di Chirurgia e Urologia degli Ospedali Riuniti di Bergamo presso cui sono attivi gli ambulatori di riabilitazione.

Tuttavia, grazie alle indicazioni fornite dall’ASL di Bergamo ai Direttori Sanitari, tutte le aziende ospedaliere possono richiedere questo servizio, completamente gratuito.

La gratuità è stata possibile grazie alla raccolta di fondi che l’Associazione mette in campo ogni anno con proprie iniziative: dalle serate benefiche, dalle aste e vendite di gadget, dalle piccole donazioni di soci e parenti, ma soprattutto dalla tradizionale “mondolàta” che si svolge ogni autunno nel centro di Bergamo.
Grazie alla disponibilità dei volontari e dell’attrezzatura del Ducato di Piazza Pontida, le grosse pentole installate sopra 3 grandi fuochi in Piazza Matteotti “sfornano” un paio di quintali di castagne che vengono distribuite ai passanti in cambio di un piccolo obolo.

Con questi fondi l’Associazione finanzia le spese del servizio ed in particolare gli accessi di volontari e personale medico alle abitazioni degli stomizzati per rinfrancare loro ed i parenti, sempre sotto il controllo e la supervisione dei medici e degli stomaterapisti.

L’Associazione è ospite dell’Anmic in Via Autostrada 3 dove i soci e loro familiari si riuniscono quasi ogni mese. Ma è più facile raggiungere i responsabili al telefono 3388202301 in quanto l’Associazione bergamasca stomizzati non ha un’organizzazione burocratica e preferisce risparmiare i costi di apertura di una propria sede per fornire più servizi di assistenza come questa ai circa 2.500 stomizzati bergamaschi.

Ragazzini rapinati in centro Bergamo: caccia a 2 extracomunitari

Piazza Matteotti BERGAMO -- Due nordafricani fra i 20 e i 25 anni, visti spesso nella zona ...

Mercato immobiliare a Bergamo: l’Imu provvida sventura

Il mercato immobiliare e le opportunità per Bergamo BERGAMO -- "Siamo stati tra i primi a denunciare il terrorismo mediatico sull'Imu che ha ...