iscrizionenewslettergif
Mamme e Bimbi

Iperattività: è patologia per 3 bimbi su 100

Di Redazione7 giugno 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Età pediatrica

Età pediatrica

Il 3 per cento dei pazienti in età pediatrica soffre di ADHD, cioè il deficit di attenzione e iperattività.

Al 68° congresso della Società Italiana di Pediatria, il professor Paolo Curatolo, psichiatra dell’Università Tor Vergata di Roma, ha commentato: “Facile irritabilità, cambiamenti repentini dell’umore, isolamento, perdita di interessi, scarsa tolleranza alle frustrazioni sono campanelli d’allarme che devono indurre la famiglia a vigilare”.

Tra i fattori di rischio – spiega l’esperto – rientra il disturbo da deficit di attenzione e iperattività che in un terzo dei casi tende ad aggravarsi portando a problemi psichiatrici in età giovanile.

“L’ADHD è uno dei disturbi psichiatrici più frequenti nell’infanzia – ha aggiunto il professor Claudio Mencacci, Direttore del Dipartimento di Neuroscienze dell’Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli di Milano – ed è ampiamente dimostrato che si protrae ben oltre l’adolescenza. Un bambino con ADHD, se non curato, può diventare un adolescente con disturbi della condotta sociale e una possibile predisposizione a patologie correlate e all’abuso di sostanze psicotrope”.

Gravidanza: come risolvere la stitichezza

Gravidanza e stitichezza La gravidanza è spesso accompagnata da una tendenza, più o meno manifesta, alla stitichezza. Essa ...

Bimbi e iperattività: troppo allarmismo?

Età pediatrica C'è forte discussione nel mondo scientifico per le valutazioni sull'iperattività dei bambini e i suoi ...