iscrizionenewslettergif
Economia

Tasse, i conti non tornano: lo Stato incassa 3,4 miliardi in meno

Di Redazione5 giugno 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

ROMA — Nonostante l’enorme carico fiscale imposto agli italiani, le entrate tributarie dei primi quattro mesi del 2012 sono inferiori di 3.477 milioni di euro rispetto alle previsioni annuali contenute nel Def, il Documento di Economia e Finanza.

Non si tratta di un errore: 3,4 miliardi di euro in meno. Ovvero, 700mila miliardi di vecchie lire, mica bruscolini. Ora, come si spiega?

Secondo il Rapporto sulle entrate tributarie della Ragioneria e del Dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia la differenza è del 2,9 per cento.

Lo scostamento sarebbe dovuto a minore entrate nel bilancio dello Stato per -3.140 milioni di euro (-2,7 per cento) ed in particolare il gettito Iva che rifletterebbe fattori di natura congiunturale. In flessione anche i ruoli per -93 milioni di euro, le poste correttive per -160 milioni di euro e le entrate tributarie degli enti territoriali per -84 milioni di euro.

Carlo Scotti-Foglieni

Popolare di Bergamo: Cristina Bombassei entra nel cda

La sede della Banca Popolare di Bergamo BERGAMO -- Cristina Bombassei, sostituisce la professoressa Laura Viganò nel consiglio d'amministrazione della Banca Popolare ...

Squinzi vede nero: se salta la Grecia salta tutto

Il numero uno di Confindustria Giorgio Squinzi BRUXELLES, Belgio -- "Se salta la Grecia salta tutto". Sono le parole preoccupate del presidente ...