iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Terremoto: per sistemare l’Italia servono 15 anni

Di Redazione1 giugno 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il drammatico terremoto in Emilia e l'occasione per ripartire

Il drammatico terremoto in Emilia e l'occasione per ripartire

MODENA — Potrebbe essere la grande occasione. Il terremoto, con tutto il suo dramma, potrebbe instillare negli italiani la voglia di ricostruire un paese che era già macerie prima delle scosse in Emilia.

Serve una grande forza di volontà, serve un piano politico-economico-scientifico chiaro su cui fare investimenti a lungo termine. Ma “ristrutturare” l’Italia partendo dai grandi problemi idrogeologici del territorio potrebbe essere la chiave di volta per uscire dalla crisi.

“Ho cominciato a parlare di un piano nazionale per la sicurezza del territorio non appena mi sono insediato. Un piano che duri quello che deve durare ma almeno 15 anni” ha detto il ministro dell’Ambiente, Corrado Clini.

“E’ una priorità, una grande infrastruttura per il nostro paese, e l’evento sismico di questi giorni ne ha richiamato la necessità”. Secondo il ministro “il piano per la sicurezza del suolo potrebbe essere sostenuto sia con risorse pubbliche che con investimenti privati agevolati”.

Terremoto: altre 29 lievi scosse nella notte

Un sismografo MODENA -- E' stata un'altra notte difficile in Emilia. Fra mezzanotte e le cinque di ...

Tasse sulle auto aumentate di oltre il 15 per cento

Stangata per le tasse sulle auto ROMA -- Le tasse automobilistiche nell'ultimo anno sono aumentate del 14,9 per cento e si ...