iscrizionenewslettergif
Economia

Fitch avverte: povertà in aumento se si esce dall’Euro

Di Redazione1 giugno 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'agenzia di rating Fitch

L'agenzia di rating Fitch

LONDRA, Gran Bretagna — “Forti effetti recessivi, inflazione, mancanza di credito, restrizioni sui depositi bancari e controlli sui capitali, instabilità politica e sociale”. Sono le previsioni che l’agenzia di rating Fitch per i paesi che dovessero abbandonare l’euro.

Lo scenario contenuto in un rapporto di Fitch ratingsv, parla di instabilità e povertà a effetto domino, all’ipotetica uscita di uno Stato membro dall’Eurozona.

Il problema, individuato da molti analisti, è l’effetto contagio “con conseguenti tagli ai rating sovrani, in altri Paesi dell’Eurozona che a loro volta alimenterebbero il circolo vizioso con il Paese in uscita” spiega il rapporto.

L’ipotesi di un’uscita della Grecia, preoccupa. Questo tipo di contagio “richiede un sostegno finanziario su grande scala da parte della Bce e, potenzialmente, dai fondi salva-Stati, verso la periferia dell’Eurozona con un conseguente forte aumento degli oneri per i Paesi ‘core’ dell’euro”.

Per Fitch “è altamente improbabile che si arrivi a uno smembramento totale e a un crollo dell’euro nel suo insieme visti gli enormi costi finanziari e politici collegati a un tale evento e il forte impegno politico nei confronti della Ue”.

Grecia, salari pubblici e pensioni a rischio collasso

Sempre peggiore la crisi in Grecia ATENE, Grecia -- La finanze pubbliche della Grecia potrebbero collassare già nel mese prossimo, lasciando ...

Banco Popolare: conto libretto per anziani e pensionati

Il Banco PopolareBERGAMO -- La Federazione anziani e pensionati Acli (Fap-Acli) e il Banco Popolare hanno stipulato ...