iscrizionenewslettergif
Economia

Grecia, salari pubblici e pensioni a rischio collasso

Di Redazione28 maggio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Sempre peggiore la crisi in Grecia

Sempre peggiore la crisi in Grecia

ATENE, Grecia — La finanze pubbliche della Grecia potrebbero collassare già nel mese prossimo, lasciando salari e pensioni non retribuiti.

Secondo quanto riferito dell’ex premier Luca Papademos, un flusso di cassa negativo, peggiore del previsto, potrebbe trasformarsi ai primi di giugno un forte calo delle entrate fiscali e un allentamento del controllo della spesa nelle prossime due settimane.

La situazione terribile dell’economia e una possibile uscita dall’euro ha indotto molti greci a non pagare le tasse, accelerando i deflussi dei depositi delle banche locali. I banchieri di Atene stimano che più di 3 miliardi di denaro contante è stato ritirato dopo le elezioni del 6 maggio e nascosto in cassette di sicurezza.

Il paese degli sprechi: 100 miliardi da tagliare subito

Giarda: 100 miliardi da tagliare subito ROMA -- "Si possono tagliare spese pubbliche per 100 miliardi nel breve periodo". Lo ha ...

Fitch avverte: povertà in aumento se si esce dall’Euro

L'agenzia di rating Fitch LONDRA, Gran Bretagna -- "Forti effetti recessivi, inflazione, mancanza di credito, restrizioni sui depositi bancari ...