iscrizionenewslettergif
Bergamo

Violenza sessuale sulla figlia della compagna: 46enne condannato

Di Redazione24 maggio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il tribunale di Bergamo

Il tribunale di Bergamo

BERGAMO — Un extracomunitario di 46 anni è stato condannato a sette anni di reclusione per aver abusato ripetutamente di una minorenne, figlia della sua compagna, fino a farla restare incinta.

Gli episodi di violenza sessuale sono avvenuti in un’abitazione della Bassa Bergamasca. E si sono perpetrati per circa tre anni. L’uomo, approfittando del fatto che la bambina vivesse sola con la madre, andava spesso a visitarle come fidanzato di mamma.

Nel 2008 però sono cominciati i primi palpeggiamenti verso la bimba che aveva 10 anni. Poi le cose sono progressivamente precipitate, fino all’estate del 2011, quando la ragazzina tredicenne è rimasta incinta e la vicenda è venuta alla luce.

Denunciato dalla madre, l’uomo è stato arrestato nell’ottobre dello scorso anno e da allora si trova in carcere. Ieri il giudice per l’udienza preliminare Alberto Viti lo ha condannato a 7 anni di galera con rito abbreviato, che prevede lo sconto di un terzo della pena.

L’extracomunitario, con piccoli precedenti penali, dovrà risarcire anche 100 mila euro alla famiglia della ragazzina costituitasi parte civile.

Ombrelli alla mano: ancora maltempo nel fine settimana

Maltempo in arrivo su Bergamo e provincia BERGAMO -- Continua la maledizione del maltempo nel weekend. Sono pessime le previsioni per il ...

Ospedali Riuniti: in analgesia 4 parti su 10

Una mamma dopo il parto BERGAMO -- Sabato 26 maggio, in occasione dell'undicesima Giornata nazionale del sollievo, gli Ospedali Riuniti ...