iscrizionenewslettergif
Politica

Gallone (Pdl): istituire giornata “vittime del dovere”

Di Redazione24 maggio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Nassiriya, i funerali di Stato

Nassiriya, i funerali di Stato

BERGAMO — “Dobbiamo ricordare coloro che hanno pagato con la perdita della loro vita l’attaccamento ai valori più puri quali l’onestà, la correttezza civile, la lotta per la giustizia e la pace. E’ nostro dovere ricordarli ogni anno, con una giornata dedicata a tutte le vittime del dovere e di ogni forma di criminalità”. Lo ha dichiarato la senatrice Alessandra Gallone (Pdl) in occasione della presentazione alla stampa, nella Sala Caduti di Nassirya del Senato, del disegno di legge 3196 “Istituzione della giornata nazionale in memoria delle vittime del dovere”.

“La scelta di questa giornata per presentare il progetto di legge è evidente – spiega la Gallone -. Vent’anni fa, alle 17.56, sotto le auto del giudice Falcone, di sua moglie Francesca Morvillo e della sua scorta, si apre una voragine di fuoco, che inghiotte l’autostrada tra Punta Raisi e Palermo. Un attentato senza precedenti che diventa simbolo di tutti quegli eroi silenziosi che svolgendo semplicemente, ma consapevolmente, il proprio dovere sono diventati un esempio per tutti noi”.

“Nel disegno di legge che ho presentato – afferma la Gallone – si prevede di celebrare questa giornata il 2 giugno di ogni anno (come suggerito dalla stessa Associazione Vittime del Dovere). E celebrarla proprio quel giorno, Festa della Repubblica, può rappresentare l’ideale prosecuzione dello spirito di quei giovani che hanno creduto nell’unità d’Italia e che l’hanno realizzata immolandosi, nonché del valore di tutti i soldati che nel corso delle guerre hanno combattuto in difesa del loro Paese”.

“Sono poliziotti, carabinieri, magistrati, vigili del fuoco, finanzieri, militari dell’esercito, tanti di loro impegnati in azioni o partiti nelle missioni da cui non sono tornati – conclude la Gallone -. Ma sono anche giornalisti, imprenditori, sacerdoti e da pochi giorni purtroppo anche studenti. Studente era Melissa: anche lei stava compiendo il suo dovere, stava andando a scuola, la scuola che aveva scelto e che è intitolata a Francesca Morvillo Falcone, quando il male vigliacco le ha strappato la vita”.

Retroscena Pdl: Saffioti studia da anti-Capelli

Carlo Saffioti BERGAMO -- E' un Saffioti iperattivo, deciso a riprendere in mano l'iniziativa politica, quello che ...

Grillo: la nostra è una rivoluzione culturale, non politica (video)

Beppe Grillo, leader del Movimento 5 Stelle GENOVA -- "E' una rivoluzione culturale, non politica, quella che stiamo portando avanti e sta ...