iscrizionenewslettergif
Italia

L’Istat: stipendi fermi a livello di 20 anni fa

Di Redazione23 maggio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Sempre peggio gli stipendi degli italiani

Sempre peggio gli stipendi degli italiani

ROMA — Con sommo stupore dei lavoratori, per anni ci hanno detto che i salari crescevano, seppur di poco, dell’uno per cento circa ogni 12 mesi. Ora invece si scopre che tra il 1993 e il 2011 le retribuzioni contrattuali, in termini reali, sono rimaste praticamente ferme. Lo ha accertato l’Istat.

Non è andata meglio per le retribuzioni di fatto, ovvero le buste paga, salite solo di quattro decimi di punto l’anno. Tradotto in soldoni: gli stipendi degli italiani sono gli stessi di venti anni anni fa, solo che nel frattempo il costo della vita con l’introduzione dell’euro è più che raddoppiato.

Visto anche l’andamento degli stipendi non stupisce come il reddito reale disponibile delle famiglie sia diminuito nel 2011 per il quarto anno consecutivo, tornando ai valori di dieci anni fa. Dal 2007 la perdita è stata di ben 1.300 euro a testa. La propensione al risparmio delle famiglie consumatrici è scesa all’8,8 per cento nell’ultimo anno, la percentuale più bassa dal 1990.

Impiantato cuore artificiale su un bimbo di 16 mesi

Il micro cuore artificiale ROMA -- Un miracolo della tecnologia e della scienza medica. Un micro cuore artificiale, lungo ...

Stacca il naso dell’amico a morsi: arrestato Roberto Adago

Vieri e Adago, fondatori della Baci e abbracci MILANO -- Ha aggredito a morsi un amico e gli ha staccato il naso. E' ...