iscrizionenewslettergif
Economia

Facebook crolla in Borsa: class action degli investitori

Di Redazione23 maggio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Facebook, arriva la class action

Facebook, arriva la class action

NEW YORK, Usa — Facebook ancor più nei guai. Dopo il crollo in Borsa – al giorno del suo ingresso a Wall Street il titolo del colosso di Mark Zuckerberg ha perduto un quinto del suo valore – ora rischia grosso: un’azione legale collettiva, una cosiddetta class action, da parte degli investitori.

Gli azionisti infatti si considerano danneggiati dal fatto che le azioni di Facebook, lanciate a 38 dollari, abbiano già perduto il 20 per cento del suo valore.

Lo studio legale Geller Rudman & Dowd ha annunciato di aver presentato una class action al tribunale di New York. Un’altra azione legale è arrivata dallo studio Lieff Cabraser Heimann & Bernstein che accusa “Facebook e le banche incaricate del collocamento di aver infranto le regole”. Nello specifico le accuse sono piovute sulle banche d’affari Morgan Stanley, JPMorgan e Goldman Sachs.

Un terzo studio legale, Glancy Binkow & Goldberg, hanno presentato una class action a nome degli “investitori che hanno accustao perdite a causa dell’ingresso in Borsa di Facebook: l’azione è stata avviato presso un tribunale della California”.

Le banche d’affari, che hanno curato il collocamento di Facebook, hanno realizzato un profitto di 100 milioni di dollari intervenendo per stabilizzare il prezzo del social network. La parte maggiore è andata alla Morgan Stanley. Le banche assicurano di aver seguito le procedure.

Lo Stato paga i debiti con le aziende (finalmente)

Mario Monti ROMA -- "Il governo dovrebbe smaltire una quota di 20/30 miliardi di debiti verso le ...

Monti: maggioranza Ue favorevole agli eurobond

Il vertice dei capi di Stato a Bruxelles BRUXELLES, Belgio -- L'Unione Europea vuole che la Grecia resti nell'euro, ma intanto si prepara ...