iscrizionenewslettergif
Economia

JP Morgan: buco da 3 miliardi. L’Fbi apre un’inchiesta

Di Redazione18 maggio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La sede JP Morgan di New York

La sede JP Morgan di New York

NEW YORK, Usa — La situazione è a dir poco drammatica. La Jp Morgan, prima società finanziaria mondiale, accusa una maxi-perdita di 3 miliardi di dollari dovuta ai prodotti derivati. L’Fbi ha aperto un’inchiesta.

L’esposizione della JP Morgan è, in realtà, superiore di almeno un miliardo di dollari (+50 per cento) rispetto a quanto reso noto ieri. Lo rivela il New York Times.

Secondo quanto sostiene la Reuters, invce, le posizioni su prodotti derivati, pari a circa 350 miliardi di dollari, sarebbero ancora aperte e, poichè si tratta di posizioni molto volatili ed estremamente rischiose, sarebbe difficile stabilire in questa fase a quanto realmente ammontano le perdite della banca.

La Fed starebbe indagando su queste perdite e starebbe anche valutando il comportamento del desk di Londra che avrebbe esposto a rischi eccessivi una banca che dispone di di depositi assicurati a livello federale.

Anche il governo Usa starebbe valutando se queste perdite potevano essere evitate con l’applicazione della Volcker rule, la norma prevista dalla riforma di Wall Street, che prevede il divieto del proprietary trading.

L’esposizione della Jp Morgan tocca anche l’Italia. Il nostro Tesoro è proprietario di 160 miliardi di euro di derivati, acquistati negli anni Ottanta e Novanta, quando questi prodotti divennero utili per mettersi al riparo dal rischi di cambio.

L’Italia, nel marzo scorso, ha pagato 2,4 miliardi di euro per rescindere il contratto con un’altra banca americana, la Morgan Stanley.

Il direttore del Federal Bureau of Investigation ha dichiarato che l’agenzia ha aperto un’inchiesta sulla JP Morgan Chase, la più grande banca della nazione.

“Tutto quello che posso dire è che abbiamo aperto una indagine preliminare” ha detto Robert Mueller durante un’audizione a Washington.

La scorsa settimana JP Morgan aveva reso noto di avere 2 miliardi di dollari, in seguito a una serie di scommesse complesse sui “credit default swap”.

Non è ancora chiaro su quali ipotesi di reato l’Fbi abbia messo al centro dell’inchiesta. Mueller ha rifiutato di rispondere a domande sull’argomento.

Il Fondo monetario: con le riforme, Pil + 6 per cento in Italia

Mario MontiROMA -- "Con le riforme strutturali, il prodotto interno lordo dell'Italia potrebbe crescere del 6 ...

Fitch declassa la Grecia: i rischi per l’Europa

L'agenzia di rating Fitch NEW YORK, Usa -- L'agenzia di rating internazionale Fitch ha declassato la Grecia a livello ...