iscrizionenewslettergif
Italia

Calamità naturali, lo Stato non risarcisce più: fatevi l’assicurazione

Di Redazione18 maggio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il terremoto a L'Aquila

Il terremoto a L'Aquila

ROMA — Facciamo tutti gli scongiuri necessari. Ma se la vostra casa dovesse subire danni per un terremoto o un’alluvione, dallo Stato non prenderete più nemmeno un euro. Anzi, se vivete in zone esposte, il Governo vi consiglia di fare un’assicurazione.

Il decreto legge che riforma la Protezione Civile, pubblicato oggi in Gazzetta Ufficiale, prevede infatti che lo Stato non risarcirà più i cittadini per i danni da calamità naturali.

C’è da chiedersi francamente che significato abbia la parola Stato se ai cittadini, oltre ad aver tolto tutto il possibile e aver imposto attraverso le tasse l’impossibile, non viene garantito nemmeno un sostegno in caso di catastrofi.

Ma tant’è. Nel provvedimento si stabilisce inoltre che – ancora solo in via transitoria e a “fini sperimentali” – ci sarà la facoltà per i privati di estendere “ai rischi derivanti da calamità naturali le polizze assicurative contro qualsiasi tipo di danno a fabbricati di proprietà dei privati”.

Inadatto al comando: Schettino resta ai domiciliari

Il comandante della Costa Concordia Francesco Schettino GROSSETO -- Non che ci volesse un genio per stabilirlo, ma la Corte di Cassazione ...

Scuolabus scivola in discesa: un morto, 13 bimbi feriti

Uno scuolabus FIRENZE -- Drammatico incidente ieri pomeriggio a Grezzano, in provincia di Firenze, per uno scuolabus ...