iscrizionenewslettergif
Economia

Il Fondo monetario: l’uscita della Grecia dell’euro è un’opzione

Di Redazione16 maggio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Chistine Lagarde, direttore generale del Fondo monetario internazionale (Fmi)

Chistine Lagarde, direttore generale del Fondo monetario internazionale (Fmi)

NEW YORK, Usa — “L’uscita della Grecia dall’euro è un’opzione che stiamo considerando”. Lo ha detto il direttore generale del Fondo monetario internazione (Fmi) Christine Lagarde dopo l’annuncio che il paese ellenico non ha trovato un accordo politico di governo e andrà a nuove elezioni a giugno, con gli stessi – se non peggiori – problemi economici attuali.

“Un’uscita, sebbene ordinata, della Grecia dall’euro fa parte delle opzioni che siamo obbligati a considerare tecnicamente” ha precisato la Lagarde mentre la borsa di Atene precipitava del 4 per cento.

Secondo osservatori locali, anche le prossime consultazioni produrranno una frammentazione parlamentare analoga a quella registratasi dopo la chiusura dei seggi lo scorso 6 maggio. E quindi, inevitabilmente, si creerà di nuovo una situazione di caos e ingovernabilità.

Preoccupati dalle conseguenze soprattutto politiche di un simile scenario sulla tenuta dell’intesa europea, il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente francese Francois Holland che si sono incontrati ieri a Berlino. “Vogliamo che la Grecia resti nella moneta unica” hanno detto i due. “Siamo consapevoli delle nostre responsabilità, troveremo una soluzione”.

Borse in picchiata, Moody’s declassa 26 banche italiane

Giornata difficile per le Borse europee MILANO -- Mentre le vicende della Grecia e la sconfitta della Merkel spaventano i mercati, ...

Il Fondo monetario: con le riforme, Pil + 6 per cento in Italia

Mario MontiROMA -- "Con le riforme strutturali, il prodotto interno lordo dell'Italia potrebbe crescere del 6 ...