iscrizionenewslettergif
Economia

Il Fondo monetario: con le riforme, Pil + 6 per cento in Italia

Di Redazione16 maggio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

ROMA — “Con le riforme strutturali, il prodotto interno lordo dell’Italia potrebbe crescere del 6 per cento”. Lo ha affermato il direttore del dipartimento europeo del Fondo monetario internazionale, Reza Moghadam.

Secondo l’economista, il nostro Paese ha fatto enormi progressi sul consolidamento fiscale “che permetteranno il prossimo anno all’Italia di avere il prossimo anno il più alto avanzo primario in Europa”.

Moghadam ha parlato di “risultati impressionanti” e ha sottolineato la necessità di “continuare a spostare la composizione dell’aggiustamento verso i tagli alla spesa, che assicurerebbero risparmi definitivi e permetterebbero di tagliare il peso delle tasse sul lavoro”.

Con gli enormi sacrifici che stanno affrontando gli italiani, i risultati dovrebbero vedersi nei prossimi anni, sostengono dal Fondo monetario internazionale. “Vorrei citare un dato che abbiamo analizzato – ha detto Moghadam – relativo alle riforme attuate per cui si vede quale è la posizione strutturale dell’Italia rispetto agli altri Paesi dell’Ocse: il livello di crescita di prodotto potrebbe essere del 6 per cento con delle riforme strutturali”.

Carlo Scotti-Foglieni

Il Fondo monetario: l’uscita della Grecia dell’euro è un’opzione

Chistine Lagarde, direttore generale del Fondo monetario internazionale (Fmi) NEW YORK, Usa -- "L'uscita della Grecia dall'euro è un'opzione che stiamo considerando". Lo ha ...

JP Morgan: buco da 3 miliardi. L’Fbi apre un’inchiesta

La sede JP Morgan di New York NEW YORK, Usa -- La situazione è a dir poco drammatica. La Jp Morgan, prima ...