iscrizionenewslettergif
Bergamo

Tenta di uccidere il rivale in amore a forbiciate: ma è legittima difesa

Di Redazione15 maggio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La polizia in azione

La polizia in azione

BERGAMO — Con una decisione a sorpresa è stato liberato questa mattina l’uomo accusato di tentato omicidio per aver sferrato tre sforbiciate al suo rivale in amore. Secondo il giudice per le indagini preliminari si sarebbe trattato di legittima difesa.

Stando alla ricostruzione della questura il 32enne, disoccupato di Pisogne, sarebbe stato aggredito dall’ex fidanzato della sua ragazza e avrebbe reagito con la forbice, tentando di difendersi.

Sabato sera il 32enne si trovava con la fidanzata, una 26enne, nel di lei appartamento di Bergamo, in via Crispi. Verso la 23 sarebbe arrivato l’ex, un 41enne di Lovere che non ha accettato la fine della storia d’amore e nei confronti del quale la ragazza ha già presentato una richiesta di ammonimento in questura.

L’uomo cerca di entrare nell’appartamento, la ragazza non glielo consente e lui abbatte la porta con una spallata. Si trova così di fronte la giovane e il suo nuovo fidanzato. Fra i due nasce una colluttazione. Il 32enne fugge in camera da letto e qui, aggredito dal rivale, prende le forbici e sferra tre fendenti che colpisco il 41enne, per legittima difesa secondo il gip.

L’uomo per fortuna rimane solo ferito. Portato all’ospedale Humanitas Gavazzeni, è stato dimesso con 40 giorni di prognosi.

Collegio S.Alessandro: festa dei 40 anni per lo scientifico

La prima classe del liceo scientifico nel 1967-1968 BERGAMO -- Sabato 19 maggio alle 17 si terrà presso il Collegio Vescovile Sant'Alessandro l'assemblea ...

Ipertensione: test gratuito agli Ospedali Riuniti

Test gratuito della pressione arteriosa giovedì ai Riuniti di Bergamo BERGAMO -- Giovedì 17 maggio, in occasione della VIII Giornata Mondiale contro l’ipertensione arteriosa, gli ...