iscrizionenewslettergif
Poesie

“Lui e il mar” di Roberto Tosoratti

Di Redazione7 maggio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Se non ci sei mi manchi
se ci sei a volte m’infastidisce…
odio quando ci sentiamo stanchi
e volo quando mi rendi felice.
Ognuno di noi ora sta cambiando,
dobbiamo abituarci ad averci “attorno”,
stare vicini ci cambia nel profondo
e nella vita d’ogni giorno.
Per ogni tipo di felicità
ci sono dei dazi da pagare
ma è meglio una quasi bella realtà
che una vita solo da sognare
se avere te mi toglierà degli spazi
è sicuramente meglio della solitudine
e Dio di questo ti ringrazi
ed io abbia sempre gratitudine.
Pago volentieri per questa felicità
per vivere in modo sicuramente sereno
perchè senza te vivo a metà
ovvero sopravvivo a tempo pieno.

“A Fiore” di Roberto Pazzi

In-the-Mountains Non sono ancora arrivato e già soffro gli orizzonti delle montagne che chiudono la mia ansia ...

“Sulla riva” di Mario Luzi

Tidal-Wave-Med I pontili deserti scavalcano le ondate, anche il lupo di mare si fa cupo. Che fai? Aggiungo ...