iscrizionenewslettergif
Bassa

Romano: il sequestratore si arrende, liberato l’ostaggio

Di Redazione4 maggio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Luigi Martinelli si è consegnato ai carabinieri

Luigi Martinelli si è consegnato ai carabinieri

ROMANO DI LOMBARDIA — E’ finita per fortuna senza spargimento di sangue la vicenda dell’imprenditore asserragliato nell’ufficio dell’Agenzia delle Entrate di Romano di Lombardia, in provincia di Bergamo. L’uomo si è arreso in serata dopo aver preso in ostaggio un impiegato.

Dopo una trattativa durata alcune ore con un brigadiere dei carabinieri che faceva da mediatore, l’uomo è uscito ed è stato preso in consegna dalle forze dell’ordine.

Si chiama Luigi Martinelli, ha 54 anni e abita a Calcio ma è originario di Covo. Lo ha reso noto il comandante provinciale dei carabinieri di Bergamo Roberto Tortorella. “Si è arreso e ha liberato l’ostaggio – ha detto -. Nessuno si è fatto male. Non aveva alcuna intenzione di fare male”. I carabinieri hanno confermato che Martinelli è un ex imprenditore che in passato ha gestito un’impresa di pulizie.

“L’uomo aveva un fucile a pompa e due pistole. Era visibilmente agitato. Lo ha fatto per rendere pubblica la sua situazione ed ha parlato genericamente di debiti”. Lo ha detto il colonnello Giacinto Prencipe, vice comandante provinciale dei carabinieri. A scatenare l’impeto del Martinelli, incensurato, una cartella esattoriale ricevuta dall’agenzia delle Entrate.

Armato di fucile si barrica nell’Agenzia delle Entrate con ostaggio

I carabinieri in azione ROMANO DI LOMBARDIA -- Un uomo ha preso in ostaggio un impiegato ed è asserragliato ...

Schianto contro una casa: muore una ventenne, gravissimo il fidanzato

La corsa dell'ambulanza FONTANELLA -- Un impatto violentissimo contro il muro di una casa. E' tragico il bilancio ...