iscrizionenewslettergif
Politica

Di Pietro: c’è una rivolta sociale alle porte

Di Redazione2 maggio 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Antonio Di Pietro

Antonio Di Pietro

BERGAMO — “Mentre i politici continuano a parlare in politichese, c’è una rivolta sociale alle porte nella quale può scoppiare anche la violenza”. E’ quanto asserito dal leader dell’Italia dei valori Antonio Di Pietro, durante un’intervista in diretta a “Radioanch’io”.

Il fondatore dell’Italia dei Valori pare avere intercettato meglio di chiunque altro, tranne Grillo, il cosiddetto “sentiment” degli italiani. Il clima che si respira nel nostro paese, in effetti, non è dei migliori. La stragrande maggioranza dei cittadini, vessati dalle imposte e da una crisi economica di cui non si vede il fondo, non possono fare a meno di guardare ai privilegi spropositati di cui godono talune categorie. Da qui un malcontento a cui manca solo una scintilla per esplodere con veemenza.

“Questo non significa – ha precisato Di Pietro – che sto con la violenza, ma la gente è esasperata perché non ne può più di promesse a vuoto”.

Appello della Sinistra: in piazza il 12 maggio a Roma

Appello della Federazione della Sinistra BERGAMO -- Riceviamo e pubblichiamo questo appello della Federazione della Sinistra di Bergamo, in difesa ...

Fontana (Pdl): pressione fiscale a livelli intollerabili

Gregorio Fontana BERGAMO -- "La pressione fiscale in Italia è arrivata a livelli inaccettabili. Per questo sosterremo ...