iscrizionenewslettergif
Italia

Strangola la fidanzata e la getta da un ponte

Di Redazione27 aprile 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Omicidio a Enna

Omicidio a Enna

ENNA — L’ha strangolata in casa e poi l’ha gettata da un cavalcavia vicino a quella che un tempo era una miniera di salgemma. Sarebbe questa la dinamica della morte di Vanessa Scialfa, una ragazza di vent’anni che viveva con il fidanzato Andrea Lo Presti, 34 anni, nella città siciliana.

L’uomo è stato fermato dai carabinieri. Interrogato alla presenza del suo avvocato sarebbe presto crollato davanti all’incalzare delle domande. Prima ha asserito che la ragazza fosse uscita nel pomeriggio di due giorni fa per un colloquio di lavoro. Poi ha confusamente aggiunto di un litigio con lei. La sua versione non ha retto a lungo. Da quanto si apprende, proprio lui avrebbe condotto le forze dell’ordine sul luogo in cui è stato ritrovato il corpo di Vanessa.

Secondo le indagini, all’origine dell’omicidio ci sarebbe appunto una lite fra i due per futili motivi. Poi l’uomo avrebbe avvolto il cadavere in un lenzuolo e infine l’avrebbe gettato dal cavalcavia.

Il paradosso Italia: crescono le tasse diminuiscono gli stipendi

Italiani sempre più in difficoltà ROMA -- Sempre più giù. Gli stipendi degli italiani, che già non brillavano per importi, ...

Violentano una 31enne nello scompartimento del treno: arrestati

I carabinieri in azione LODI -- Sono accusati di violenza sessuale di gruppo su una donna di 31 anni. ...