iscrizionenewslettergif
bergamosvil1png
Poesie

“Zingari in viaggio” di Charles Baudelaire

Di Redazione20 aprile 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

La tribù profetica dalle pupille ardenti
ieri si è messa in viaggio portando sulle spalle
i propri figlioletti o consegnando ai loro fieri appetiti
il tesoro sempre pronto di mammelle pendenti.
Gli uomini vanno a piedi sotto armi lucenti
affiancando i carri dove i loro si nascondono,
volgendo verso il cielo gli occhi appesantiti
dall’oscuro rimpianto di non aver speranze.
Nella sabbia il grillo, dal fondo del suo rifugio,
vedendoli passare moltiplica il suo canto
Cibele, che li ama, stende tappeti erbosi,
fa fiorire il deserto e zampillare la roccia
innanzi a quei viandanti ai quali si spalanca
il familiare regno del futuro oscuro.

Traduzione a cura di Marcello Comitini

“Hortensia” di Maria Grazia Nigi

Nella rotondità del caso, Hortensia è sempre incinta. Cresca o non cresca nasca o non nasca, Hortensia è sempre incinta di un ...

“Stelle” di Giuseppe Ungaretti

Tornano in alto ad ardere le favole. Cadranno colle foglie al primo vento. Ma venga un altro soffio, Ritornerà ...