iscrizionenewslettergif
Bergamo

Morosini, la Digos indaga sul defibrillatore non usato

Di Redazione19 aprile 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I drammatici soccorsi a Morosini

I drammatici soccorsi a Morosini

BERGAMO — La Digos della Questura di Pescara che indaga sulla morte di Piermario Morosini ha ascoltato questa mattina l’infermiere del 118 che ha partecipato ai primi soccorsi in campo al giocatore bergamasco del Livorno, tragicamente scomparso sabato scorso.

L’uomo avrebbe confermato le dichiarazioni rilasciate anche ad alcuni organi di stampa circa il mancato uso di un defibrillatore durante le concitate fasi dei soccorsi. Marco Di Francesco, questo il nome del paramedico del 118 aveva proposto a Manlio Porcellini, primo medico intervenuto, di utilizzare l’apparecchi. “Me lo ha impedito”, ha denunciato a una tv locale, sostenendo che “durante il massaggio cardiaco il ragazzo presentava un polso carotideo, e sputava la cannula, quindi era vivo…”.

Secondo quanto riferisce l’agenzia Ansa, saranno ora ascoltati il medico sociale del Pescara, Ernesto Sabatini, e il massaggiatore e fisioterapista sempre del Pescara, Claudio D’Arcangelo.

Domani, ai funerali di Morosini è prevista un’enorme partecipazione di pubblico. Da Livorno arriveranno diversi pullman di tifosi toscani.

Weekend con l’ombrello: nuvole e pioggia nel fine settimana

Prevista pioggia nel fine settimana BERGAMO -- Gli esperti consigliano di tenere l'ombrello a portata di mano. Sarà instabile e ...

Sentierone: anche i pipistrelli alla mostra dei Librai

Un pipistrello BERGAMO -- L'appuntamento è decisamente singolare. Due incontri dedicati ai pipistrelli. Non siamo in Transilvania, ...