iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Allarme dei biologi: Fukushima contamina le acque della California

Di Redazione18 aprile 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il percorso delle acque radioattive uscite da Fukushima

Il percorso delle acque radioattive uscite da Fukushima

SAN FRANCISCO, Usa — I biologi della California State University di Long Beach hanno raccolto sulla costa americana del Pacifico alghe brune fortemente contaminate da iodio radioattivo proveniente dalla centrale atomica di Fukushima.

Secondo quanto riferito dal San Francisco Chronicle, i campioni raccolti presentano radioattività superiore di 250 volte rispetto a quelli prelevati prima del disastro. Tuttavia, secondo gli esperti, non si tratta al momento di dosi in grado di mettere a rischio la vita umana.

Le preoccupazioni maggiori vengono ora dalle conseguenze della contaminazione dell’oceano. Una volta immessa nell’ecosistema oceanico, infatti, la radioattività viene assorbita dalla vegetazione marina per poi passare lungo tutta la catena alimentare arrivando, potenzialmente, fino all’uomo.

Secondo Steven Manley della California State University “l’isotopo radioattivo di iodio 131 da noi scoperto in quantità così elevate e che viene utilizzato in prodotti di fissione nucleare, ha otto giorni di emivita (ovvero il tempo occorrente affinché la metà degli atomi decadano in un altro elemento), quindi il problema è molto ridimensionato. Ciò però dimostra che quanto accaduto a Fukushima ha effetto anche altrove”.

Norvegia, il mostro piange in aula: ma per i suoi eroi

Il saluto di Breivik alla corte OSLO, Norvegia -- Alla fine anche Anders Breivik ha pianto. Ma non per le 77 ...

Nato: via libera allo scudo anti-missile in Europa

Via libera alla scudo anti-missile in Europa BRUXELLES, Belgio -- Le proteste della Russia, che rasentano la minaccia di una nuova Guerra ...