iscrizionenewslettergif
Politica

Sondaggi, tremarella a sinistra: Beppe Grillo al 7,2 per cento

Di Redazione16 aprile 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Beppe Grillo

Beppe Grillo

MILANO — Mentre il centrosinistra, così come il centrodestra, paiono aver perso del tutto il contatto con il resto del paese, crescono le quotazioni di Beppe Grillo. Tanto che un recente sondaggio di Swg dà il Movimento 5 stelle, fondato dal comico genovese, al 7,2 per cento nelle intenzioni di voto degli italiani.

Insomma, la profezia della rete che avrebbe spazzato via la politica, sembra avere un riscontro sempre più tangibile nell’elettorato. Ne è ben consapevole il leader del Pd Pierluigi Bersani che, mascherando a fatica i mugugni che ci sono a sinistra per l’avanzata di Grillo e compagnia, ha detto al Tgcom: “Abbiamo in giro molti apprendisti stregoni che sollevano un vento cattivo”.

La paura fa novanta, ma per la tremarella a sinistra basta un 7,2. E così Bersani afferma che “se c’è qualcuno che pensa di stare al riparo dall’antipolitica si sbaglia alla grande. Se non la contrastiamo, spazza via tutti. Siamo nei guai”.

E subito ecco partire le bordate, tutt’altro che lusinghiere nei confronti di Grillo, da parte di Nichi Vendola: “Beppe Grillo è un fenomeno di populismo che non ha le caratteristiche per offrire una prospettiva al nostro paese. Considero il populismo un nemico. Quando sono crollati la democrazia e i partiti negli anni ’30, il populismo ha fatto nascere un’avventura drammatica. I regimi reazionari sono stati alimentati dalle culture populistiche. Il nostro problema è ricostruire la democrazia, la credibilità delle forme organizzate per fare politica”.

Sondaggi, Lega in caduta libera: 6,6 per cento

Umberto Bossi e Roberto Maroni BERGAMO -- La bufera sulla Lega rischia di avere conseguenze pesantissime sull'elettorato dei lumbard. Nonostante ...

Caso Maugeri, la Procura: Formigoni non è indagato

Il governatore della Lombardia Roberto Formigoni MILANO --Il governatore della Lombardia Roberto Formigoni non è indagato nell'inchiesta che vede al centro ...