iscrizionenewslettergif
Politica

Sondaggi, Lega in caduta libera: 6,6 per cento

Di Redazione15 aprile 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Umberto Bossi e Roberto Maroni

Umberto Bossi e Roberto Maroni

BERGAMO — La bufera sulla Lega rischia di avere conseguenze pesantissime sull’elettorato dei lumbard. Nonostante il raduno di Bergamo, dopo le vicende legate a Belsito, il Carroccio sarebbe in caduta libera nei consensi. Lo sostiene l’ultimo sondaggio effettuato da Renato Mannheimer.

Alle ultime elezioni politiche nazionali la Lega aveva ottenuto l’8 per cento dei voti. Alle successive europee era cresciuta ancora fino ad arrivare al 10 per cento registrato nel giugno 2009. Poi, con l’esperienza di governo, il dato è andato calando.

A febbraio 2011, la Lega raccoglieva nei sondaggi il 9 per cento dei congressi. Un mese dopo scendeva all’8,8. Ad aprile, quando la crisi economica cominciava a rivelarsi in tutta la sua reale e drammatica entità, il Carroccio scendeva al 7,9 per cento dei voti.

Oggi secondo Mannheimer l’erosione del consenso sarebbe stata ancora più significativa. La Lega avrebbe toccato il minimo storico dell’ultimo periodo, attestandosi al 6,6 per cento. Ad abbandonare il Carroccio, sostengono gli esperti, sarebbero stati soprattutto gli elettori più giovani, gli operai e i pensionati.

I voti tuttavia non sarebbero andati agli altri partiti, bensì finiti nella fetta, sempre crescente, di italiani pronti all’astensionismo.

Berlusconi: un “dovere” aiutare la Minetti e le De Vivo

Nicole Minetti e Silvio Berlusconi MILANO -- Sta destando molto scalpore l'intervista concessa da Silvio Berlusconi al Giornale in edicola ...

Sondaggi, tremarella a sinistra: Beppe Grillo al 7,2 per cento

Beppe Grillo MILANO -- Mentre il centrosinistra, così come il centrodestra, paiono aver perso del tutto il ...