iscrizionenewslettergif
Politica

Lega: accertamenti su Calderoli. L’ex ministro: a disposizione

Di Redazione13 aprile 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Roberto Calderoli

Roberto Calderoli

BERGAMO — La Procura di Milano sta compiendo accertamenti sulla posizione di Roberto Calderoli in merito alla vicenda dei fondi distratti dalle casse del partito ad opera dell’ex tesoriere Francesco Belsito.

“Dopo i contenuti emersi dalle intercettazioni gli accertamenti dei magistrati sono un atto dovuto e da me auspicato, perchè dopo il fango mediatico che mi è già stato gettato addosso non vedo l’ora che si arrivi all’accertamento della verità e aggiungo che sono fin da ora a completa disposizione degli inquirenti, per fornire qualunque elemento possa condurre alla verità, ma quella vera” ha detto l’ex ministro bergamasco al Corriere della Sera.

Il nome di Calderoli era emerso durante un colloquio intercettato dagli investigatori, fra Belsito e l’ex responsabile amministrativa della Lega Nadia Degrada. I magistrati individuano in Calderoli “il Cald” citato nelle intercettazioni come fonte di “rilevanti somme di denaro (…) utilizzate per sostenere esigenze personali (…) estranee alle finalità ed alle funzionalità del partito Lega Nord” sostengono gli inquirenti.

Secondo l’ipotesi investigativa, Calderoli avrebbe ricevuto parte dei fondi del Carroccio, insieme alla famiglia Bossi e a Rosi Mauro. Calderoli, così come Bossi e la Mauro, non risultano indagati.

Lega, scontro finale in via Bellerio: espulsi Rosi Mauro e Belsito

Renzo Bossi e Rosi Mauro MILANO -- E alla fine si è arrivati alla resa dei conti. E' cominciato alle ...

Caso Lusi: sospetti su altri 13 milioni

L'ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi ROMA -- Soldi a profusione. Oltre ai 13,5 milioni spariti dalle casse della Margherita, ci ...