iscrizionenewslettergif
Politica

Fondi neri per 56 milioni: 6 arresti, fra cui l’ex Dc Antonio Simone

Di Redazione13 aprile 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'ex assessore Antonio Simone

L'ex assessore Antonio Simone

MILANO — La Guardia di finanza di Milano ha arrestato l’ex esponente della Democrazia Cristiana negli anni Novanta, Antonio Simone, e altre 5 persone.

L’inchiesta condotta dalla procura di Milano nasce da una costola di quella sul dissesto del San Raffaele e riguarda la Fondazione Maugeri da cui sarebbero stati distratti illecitamente 56 milioni di euro.

Oltre a Simone, gli arrestati oggi sono l’uomo d’affari legato al San Raffaele Pierangelo Daccò già in carcere, Costantino Passerino (direttore amministrativo della Fondazione Maugeri), i consulenti della stessa clinica che ha sede a Milano e Pavia, Gianfranco Mozzali e Claudio Massimo. Ai domiciliari invece Umberto Maugeri, presidente della Fondazione stessa.

Le accuse sono associazione per delinquere aggravata dal carattere transnazionale e finalizzata al riciclaggio, appropriazione indebita pluriaggravate, frode fiscale ed emissione di fatture per operazioni inesistenti.

Secondo i magistrati, 56 milioni provenienti dall’ente sarebbero stati trasferiti indebitamente all’estero attraverso un sistema di false fatturazioni o di attribuzione fittizia di beni. Il denaro sarebbe stato destinato a Daccò e in parte all’ex assessore Simone. I fatti contestati vanno dal 2004 al 2011.

Bossi: se la mia famiglia ha sbagliato restituirò i soldi

Umberto Bossi e il figlio Renzo MILANO -- "Se la mia famiglia ha sbagliato, pagherò". Sono le parole pronunciate ieri sera ...

Berlusconi: un “dovere” aiutare la Minetti e le De Vivo

Nicole Minetti e Silvio Berlusconi MILANO -- Sta destando molto scalpore l'intervista concessa da Silvio Berlusconi al Giornale in edicola ...