iscrizionenewslettergif
Politica

Belsito: nella Lega sapevano. Maroni: noi parte lesa

Di Redazione12 aprile 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Bossi e Belsito

Bossi e Belsito

BERGAMO — “Io non ho mai fatto nulla da solo. In tanti nella Lega sapevano, avevano il controllo di tutti i miei atti. E, per la mia parte, so di aver amministrato tutto correttamente”. Lo ha detto ieri alla stampa Francesco Belsito, l’ex tesoriere della Lega accusato di aver usato illecitamente i fondi del partito.

Belsito, pur non facendo nomi, conferma che nella Lega erano in molti a conoscere le sue operazioni. “Sono assolutamente convinto di non aver agito male. Io ero un contabile, un amministratore di beni. Non ho mai agito per i fatti miei. Nel partito molte persone sapevano quel che facevo. E, ripeto, per la mia parte ho fatto tutto correttamente”.

Intanto la Lega si costituirà parte civile nel processo contro il suo ex tesoriere. Lo ha detto Roberto Maroni, al termine dell’incontro con i magistrati milanesi titolari dell’inchiesta sui conti del Carroccio.

“Qualcuno ha approfittato della buona fede di Umberto Bossi” ha detto Maroni. “E’ stato violato il codice etico della Lega, i militanti fanno fatica a tenere aperte le sedi e i soldi andavano in Tanzania. Per questo c’e’ stata una reazione, come si e’ visto ieri”.

Nel frattempo la Lega ha dato incarico alla società di revisione Price Waterhouse di verificare la situazione patrimoniale del partito.

Stucchi (Lega): ci aspettano sfide difficilissime

Giacomo Stucchi BERGAMO -- "Adesso si torna a correre ad una velocità per noi abituale, con Umberto ...

Rosi Mauro tiene duro ma la Lega ha deciso l’espulsione

Umberto Bossi e Rosi Mauro ROMA -- Rosi Mauro tiene duro. La vicepresidente del Senato, coinvolta nell'inchiesta sulla distrazione illecita ...