iscrizionenewslettergif
Politica

Stasera a Bergamo si decide il futuro della Lega

Di Redazione10 aprile 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Luca Zaia e Roberto Maroni

Luca Zaia e Roberto Maroni

BERGAMO — Stasera, alla Fiera di via Lunga, la Lega cercherà di dare dimostrazione di forza e compattezza. Ma quella di Bergamo, oltre a una resa dei conti dentro il Carroccio, sarà soprattutto l’occasione per gettare le basi per il futuro del movimento, sempre che ci sia.

Dopo le dimissioni di Umberto Bossi e quelle del figlio Renzo da consigliere regionale e del tesoriere Belsito, nel mirino è ancor il cerchio magico e soprattutto la fondatrice del sindacato padano Sinpa, Rosi Mauro.

Il raduno di stasera alla Fiera Nuova si annuncia come il vero passaggio di consegne nelle mani di Roberto Maroni. Sul profilo Facebook dell’ex ministro dell’Interno da domenica campeggia un avvertimento che è tutto un programma: “Pulizia pulizia pulizia, mi sono francamente rotto di cerchi magici e culi nudi”, allusione alle performance canore di Pier Moscagiuro, amico della Mauro.

I maroniani spingono per l’unica via che può salvare in extremis il movimento: quella della pulizia interna. Lo ha detto chiaramente Matteo Salvini, commentando il passo indietro del Trota: “Spero che tutti gli altri abbiano la responsabilità di dimettersi per tempo”.

Ma la successione di Maroni non sarà così scontata. Ben visto in Lombardia, l’ex ministro dell’Interno non raccoglie pieni consensi in Veneto, dove può comunque contare sul fedelissimo Flavio Tosi. Maroni però dovrà affrontare la sfida del segretario della Liga Veneta Giampaolo Gobbo, sindaco di Treviso, che gli preferirebbe il governatore del Veneto Luca Zaia.

Lombardia: Renzo Bossi si dimette da consigliere regionale

Renzo Bossi MILANO -- Dopo le dimissioni di Umberto Bossi, arrivano quelle del figlio Renzo, il cosiddetto ...

Bossi a Bergamo: chi ha fatto danni porta il mio cognome

Il popolo leghista alla Fiera BERGAMO -- La sintesi di tutto è una frase, pronunciata alla fine del discorso. "Chiedo ...