iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Lavoro, ecco cosa cambia con la nuova riforma

Di Redazione6 aprile 2012 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il ministro del lavoro Elsa Fornero

Il ministro del lavoro Elsa Fornero

ROMA — Una riforma del lavoro che scontenta tutti quella messa in campo dal governo Monti. Nel tentativo di accontentare tutti, il governo ha annacquato il precedente dispositivo di legge, che rischia alla fine, di non risolvere i problemi di fondo che affliggono il paese.

Rispetto alla prima bozza, sono state fatte alcune concessioni alle richieste delle aziende per bilanciare le modifiche richieste dai sindacati e dal Pd sull’articolo 18. Ecco le principali modifiche.

LICENZIAMENTI — Se il licenziamento individuale economico è illegittimo per ‘manifesta insussistenza’, il giudice potrà reintegrare il lavoratore. In tutti gli altri casi di licenziamento per motivi oggettivi senza giusta causa, scatterà un’indennità tra le 12 e 24 mensilità, fissata dal giudice in base all’anzianità e ad altri parametri. È questa la modifica più importante alla riforma del mercato del lavoro che da ora ha anche un testo ufficiale.

CONTRATTI A TERMINE — Novità in arrivo per i rapporti a termine. Il primo contratto a tempo determinato o anche di somministrazione tra un datore e il lavoratore di durata non superiore a sei mesi potrà essere sciolto anche senza bisogno di indicare il motivo del licenziamento. Il periodo di tempo tra un contratto a termine e l’altro viene alzato a 60 e 90 giorni, a seconda se il primo è durato meno o più di 6 mesi. Dopo 36 mesi di contratti a tempo determinato, scatta l’assunzione definitiva. Tutti i contratti a termini costeranno di più, avranno contributi più alti.

APPRENDISTATO — Riguarda giovani fino ai 29 anni. Viene fissata una durata minima del contratto (sei mesi) e il rapporto tra numero complessivo di apprendisti che un datore può assumere, direttamente o tramite agenzie, e maestranze specializzate in servizio sale a 3 ogni 2. Il periodo di apprendistato dura 3 anni. L’assunzione di nuovi apprendisti resta legata alla percentuale di stabilizzazioni nell’ultimo triennio, che deve essere almeno del 50 per cento. Tuttavia per i primi 3 anni di applicazione della nuova riforma del lavoro questa percentuale scenderà al 30 per cento.

STRETTA SULLE PARTITE IVA — Evitare che la collaborazione nasconda forme di lavoro dipendente. Gli imprenditori avranno un anno di tempo dall’entrata in vigore della legge per l’assunzione delle finte partite Iva. I requisiti per la regolarizzazione sono tre: una collaborazione che dura più di sei mesi nell’arco dell’anno e che determina più del 75 per cento dei ricavi del lavoratore e la postazione del lavoro presso una delle sedi del committente. Se ricorrono almeno due di questi presupposti, si presume che il rapporto di collaborazione sia coordinato e continuativo e non autonomo e occasionale.

DIMISSIONI IN BIANCO — L’articolo 55 rafforza la tutela della maternità e paternità e la lotta al fenomeno delle dimissioni in bianco. Le dimissioni delle lavoratrici, ma anche le ‘risoluzioni consensuali’, durante il periodo della maternità e fino ai primi tre anni di vita del bambino dovranno essere convalidate dal servizio ispettivo del ministero del Lavoro. La violazione da parte del datore di lavoro sarà considerata reato e punita anche con una sanzione amministrativa da cinquemila a 30mila euro.

ESODATI — Per gli over 58 che potrebbero trovarsi in difficoltà, in caso di licenziamento, anche per via dei nuovi requisiti per la pensione (66-67 anni per il primo assegno) è previsto un fondo di solidarietà coperto dalle aziende. Finanzierà parzialmente il sostegno al reddito di questi lavoratori. Una parte dell’aliquota ‘risparmiata’ sull’indennità di mobilità (che gradualmente sparirà) sarà destinata al fondo.

Il fisco all’ex pilota Nannini: paghi le tasse in Italia

L'ex pilota di Formula 1 Alessandro Nannini SIENA -- Il fisco ha pescato un'altra celebrità che, nonostante fosse italiana a tutti gli ...

Forte vento: nave da crociera bloccata al largo per 9 ore

Alla fine attracco riuscito BARI -- Si è conclusa nel modo migliore la disavventura per i passeggeri della nave ...